FREE SHIPPING IN EU OVER 100€

MaMI: UN GIOCO PER BAMBINI

Da quando abbiamo lanciato MaMI in molti mi avete chiesto “perché le magliette, perché MaMI?”.

Oggi che siamo arrivati agli ultimi giorni di pre-sale della prima collezione, vi rispondo e vi racconto meglio.

Durante il lockdown ho lavorato, come molti di voi, in totale solitudine fisica; sono andato avanti a scrivere il mio nuovo romanzo e una serie. Il romanzo da solo – ahimè, si scrivono da soli i romanzi – la serie insieme a dei colleghi. Ci “vedevamo” su Skype o Zoom, parlavamo, uno di noi appuntava e rispediva agli altri e via così. Siamo riusciti a consegnare la prima stesura proprio verso la fine del lockdown.

Rimaneva molto tempo libero. Troppo.

Da sempre io disegno scarabocchi o forme geometriche sulle mie magliette. Una sera con Midori ci siamo detti: perché non proviamo a farle davvero? Davvero nel senso che Midori è una designer e quindi avremmo davvero potuto farle davvero. E fare magliette, dopo i libri, i giornali, i film, documentari Tv, insomma tutto quello che ho fatto e che ha sempre avuto come movente l’idea di una pop-culture evoluta, socialmente consapevole e mai superficiale mi sembrava molto divertente e leggero. Un gioco per bambini. Le magliette fanno parte del superfluo, del leggero, un regno a volte sottovalutato, anche da me. Sbagliando, perché fa bene alla vita, mia e di chi mi sta intorno.  E queste sono le motivazioni psicologiche (tutto è psicologia, diceva quello) e culturali, se così posso dire.

 

Così ci siamo messi al lavoro divertendoci molto, su un progetto semplice e immediato (di nuovo, un gioco per bambini fatto bene – e infatti ci ha dato una mano anche mio figlio dodicenne). Eravamo incredibilmente, infantilmente eccitati di fronte al fatto che in effetti si potesse avere un’idea e realizzarla anche durante il lockdown. Tutto questo accadeva a Maggio.

A fine Luglio eravamo pronti a lanciare il sito e a iniziare a vendere le nostre t-shirt. Sul concept e sui materiali non mi dilungo, trovate tutto sul sito.

La cosa che volevo davvero dire oggi è che è andata benissimo. Le magliette sono quasi esaurite e tutto ha funzionato. A breve, chi le ha pre-ordinate le riceverà e siamo molto emozionati di vederle addosso alle persone, vederle vivere là fuori, in questa fine estate così strana.

Il gioco è diventato reale. Giochiamo!

Massimo Coppola

Co-founder

 

 

 


Articolo più vecchio Articolo più recente

Italiano it